Giornata del contemporaneo 2009: Ernesto Piccolo e la devozione dello sguardo

Il 3 ottobre 2009 la galleria d’arte contemporanea Edarcom Europa, in via Macedonia, 12/16, nell’ambito della quinta edizione della Giornata del Contemporaneo indetta dall’AMACI (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani), inaugurerà la mostra personale di Ernesto Piccolo intitolata “La devozione dello sguardo”. La mostra, curata da Francesco Ciaffi presenta una selezione di opere rappresentative della produzione artistica degli anni ’90 e un inedito ciclo di dipinti più recenti.

Come Mario Specchio scrive nel testo in catalogo (Edizioni Edarcom Europa) “È una lieve deriva, una sorta di abbandono onirico, quella che avvolge chi guarda i lavori di Ernesto Piccolo, ma vi è insieme la consapevolezza che il sogno è vigile e la rotta controllata da un timoniere che solo apparentemente si lascia guidare dal movimento delle onde. Il colore è un pulviscolo impalpabile, eppure materico, un flusso che sembra non avere né origine né fine, eppure geometricamente contenuto nella solidità inconfutabile degli spazi e delle partiture.” e nell’altro saggio di presentazione, Dante Maffìa giustamente fa notare che “la pittura di Ernesto Piccolo ha raggiunto, negli ultimi anni, una serenità che ammalia. Egli riesce ad essere dentro e fuori dalla materia, dentro e fuori dal flusso dell’incanto che lo spinge alla realizzazione. Distaccato e partecipe insieme, obiettivo e acceso dalle sue mille spinte. La maturità lo ha portato a saper organizzare i quadri come un regista consumato che sa quel che vuole”.

La mostra si compone di circa trenta opere e rimarrà visibile fino al 20 ottobre 2009. Sempre nell’ambito della Giornata del Contemporaneo la Galleria Edarcom Europa presenterà inoltre una mostra collettiva di dipinti selezionati dalla propria collezione permanente e sarà inoltre possibile visitare il Salone della grafica.