Generazione '40 | Sette artisti nati negli anni ‘40

generazione40_edarcomVenerdì 9 febbraio, presso la galleria Edarcom Europa in via Macedonia 12 a Roma, verrà inaugurata la mostra “Generazione ‘40”, collettiva dedicata al lavoro di sette artisti nati negli anni ’40. La galleria d’arte Edarcom Europa continua così il progetto, iniziato a giugno dello scorso anno con la mostra “Generazione ‘30”, volto alla presentazione e alla riscoperta delle opere provenienti dalla propria collezione attraverso un percorso generazionale nel quale ciascun artista, nella tipicità della propria provenienza geografica e formazione culturale, si connota grazie ad un linguaggio pittorico di riconoscibile qualità tecnica ed espressiva.

Giovanni Faccenda, nella presentazione del catalogo della mostra a Palazzo Venezia nel 2005, scriveva che “la pittura di Franz Borghese (Roma 1946 – 2005) è evocazione autonoma e solitaria di un quotidiano riveduto e corretto attraverso graffianti allegorie. Un tempo di finzioni e contraddizioni, ambiguità e apparenze, sogni e illusioni destinati a tradursi nei consueti inganni”.

Elio Mercuri, in un saggio a margine del catalogo "Nuovo Eden" nel 1999, scriveva che "Possiamo così ripercorrere l'iter creativo e di lavoro di Roberta Correnti (Roma 1946), dalle prime fasi della ricerca, nella quale il mondo dell'adolescenza si anima in ritmi e movenze di danza, in evocazioni di figurazioni liberty di raffinata eleganza a questa sua più matura e consapevole pittura di donne vere, in una loro solitudine, anche tra amiche, o in una conversazione - nel ribaltarsi in umana e laica la "sacra conversazione" - sulla spiaggia deserta, come fuori dal tempo in gesti e atteggiamenti diventati assoluti e però come remoti perduti. Sempre come invocazione o come offerta, la sensazione di una contenuta, commossa ma calda tenerezza".

Jacek Ludwig Scarso, nell’introduzione al catalogo dell’antologica tenuta da Marta Czok (Beirut 1947) presso i Musei di San Salvatore in Lauro a Roma nel 2005, scriveva che “Come il suo background culturale è frammentato e pluridimensionale, così le sue opere sono capaci di giustapporre prospettive politiche radicali ad un attaccamento apparentemente conservatore a valori familiari e religiosi; il tutto scolpito da una ironia astuta ed un’estetica incantatoria. In modo sottile, lo spettatore rimane destabilizzato nelle proprie aspettative, spesso senza accorgersene immediatamente”.

Floriano De Santi, in un ampio approfondimento dedicato dalla rivista Arte&Arte all’artista romano nel 2015, scriveva che la pittura di Franco Fortunato (Roma 1946) “È il regno dell’artigianato, sacro insieme ad Ermes, ad Atena e ad Efesto: dove si costruisce un’irripetibile realtà che non esiste nella physis, nella natura. Così gli occhi precisi ed acuti di Fortunato si guardano attorno, nella storia dell’arte antica e moderna, in Giotto e i giotteschi come nei fratelli Salimbeni, in Giorgio de Chirico come in Magritte, scrutando ed imparando. Le mani accorte ed enciclopediche palpano le cose, soppesandole e studiandole: le trasformano; escogitano accorgimenti tecnici ed invenzioni, compiono l’attività del muratore, del falegname, del carpentiere, del decoratore, dell’orefice, come se tutta la sapienza empirica si concentrasse nelle sue mani flessibili e multiformi”.

Andrea Romoli Barberini, a proposito del lavoro di Ivan Jakhnagiev (Sofia 1948), scriveva che “E' sulla tela, quindi, nel chiuso del suo studio, che Ivan Jakhnagiev dà vita alle sue figure fantastiche, minacciose e innocue come spauracchi per bambini, ma sempre accattivanti. Forme che evocano una dimensione lontana, fantastica, in cui segni neri, decisi e materici riescono a convivere con liriche evanescenze da acquarello”.

Gabriele Simongini, nel testo di presentazione della mostra “L’aria dipinta” nel 2006, scriveva Sigfrido Oliva (Messina 1942) “E’ la luce romana a sedurre l’occhio e l’anima di Oliva, da quella più tersa e cristallina che rende tutto così solido e perfetto a quella più brumosa e rarefatta, dolcemente avvolgente. Ma col tempo e con quell’osservazione amorevole ed attenta che costituisce uno dei massimi pregi di quest’artista così sensibile, alla luce si è aggiunta una sostanza impalpabile e difficilissima da dipingere, l’aria, l’atmosfera”.

Gianmaria Nerli, nella presentazione in catalogo alla mostra presso Castel dell’Ovo a Napoli nel 2007, scriveva che “Quella di Salvatore Provino (Bagheria 1943) è una pittura che conserva la tensione moderna all’indagine filosofica: i mezzi formali si piegano ancora alla ricerca di un significato e la ricomposizione di un universo estetico è ancora sforzo di verità. Eppure, o forse: a ragione, questa impronta filosofica la si deve alla scelta di consegnare la pittura stessa al proprio universo — tanto concreto quanto astratto — di tenace “costruzione” artigianale. Dove la mano del pittore, con pazienza e precisione costringe un’idea o un concetto a una forma, a un segno, a un colore”.

La mostra sarà visibile con ingresso libero fino al 24 febbraio 2018.

INFORMAZIONI

MOSTRA: Generazione ’40 | Sette artisti nati negli anni ‘40 ARTISTI: Franz Borghese, Roberta Correnti, Marta Czok, Franco Fortunato, Ivan Jakhnagiev, Sigfrido Oliva, Salvatore Provino. INAUGURAZIONE: venerdì 9 febbraio 2018 ore 17 PERIODO: 9 – 24 febbraio 2018 ORGANIZZAZIONE: Galleria d’arte Edarcom Europa INDIRIZZO: Via Macedonia, 12/16 ORARIO: LUN – SAB 10,30/13,00 - 15,30/19,30 INFO: 06.7802620 – www.edarcom.it

Collettiva di Fine Anno 2017. Mostra mercato d'arte contemporanea

edarcom_collettiva_natale_2017Venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 dicembre 2017, presso la galleria d’arte contemporanea Edarcom Europa, in via Macedonia, 12/16 a Roma, torna il tradizionale appuntamento con la mostra collettiva di fine anno.

Come ogni anno, tutta la superficie espositiva sarà allestita al fine di poter dare la più ampia visibilità a dipinti, opere grafiche e sculture di ciascuno degli oltre quaranta artisti presenti in catalogo. Oltre 400 le opere in mostra di molti tra i più significativi artisti attivi dalla seconda metà del '900 ai nostri giorni. Un’occasione unica per chi voglia avvicinarsi all'arte contemporanea nelle sue molteplici forme e tecniche, resa ancora più preziosa dalla decisione presa da Gianfranco e Francesco Ciaffi che, per tutta la durata del weekend inaugurale, proporranno, a coloro che interverranno, condizioni di acquisto particolarmente vantaggiose.

La mostra collettiva di fine anno durerà per tutto il periodo natalizio fino al 13 gennaio 2018.

INFORMAZIONI

OPERE DI: Ugo Attardi, Mauro Bellucci, Enrico Benaglia, Franz Borghese, Ennio Calabria, Angelo Camerino, Michele Cascella, Tommaso Cascella, Giuseppe Cesetti, Angelo Colagrossi, Roberta Correnti, Marta Czok, Mario Ferrante, Salvatore Fiume, Franco Fortunato, Felicita Frai, Franco Gentilini, Gianpistone, Emilio Greco, Renato Guttuso, Ivan Jakhnagiev, Andrea Marcoccia, Franco Marzilli, Piero Mascetti, Maurizio Massi, Sebastian Matta, Francesco Messina, Mauro Molle, Norberto, Sigfrido Oliva, Ernesto Piccolo, Giorgio Prati, Salvatore Provino, Domenico Purificato, Aldo Riso, Carlo Roselli, Sebastiano Sanguigni, Aligi Sassu, Cynthia Segato, Mariarosaria Stigliano, Orfeo Tamburi, Lino Tardia, Renzo Vespignani. INAUGURAZIONE: 1, 2, 3 dicembre 2017 (orario 10/13 – 15/20) PERIODO MOSTRA: 1 dicembre 2017 – 13 gennaio 2018 IDEAZIONE: Gianfranco e Francesco Ciaffi ORGANIZZAZIONE: Edarcom Europa INDIRIZZO DELLA GALLERIA: Via Macedonia, 12/16 – Roma ORARIO DELLA GALLERIA: tutti i giorni 10,30/13,00 – 15,30/19,30 (fino al 17 dicembre aperto anche domenica) INFO: 06.7802620 - www.edarcom.it

CON LA GALLERIA EDARCOM EUROPA L’ARTE A MOACASA 2017

La galleria d’arte EDARCOM EUROPA partecipa alla 43^ edizione di MOACASA, la tradizionale fiera dedicata all’arredo e al design, in programma da sabato 28 ottobre a domenica 5 novembre 2017 presso i padiglioni della nuova Fiera di Roma.

La galleria d’arte EDARCOM EUROPA, fondata a Roma nel 1974, è da sempre impegnata nella promozione del collezionismo d’arte nelle sue molteplici espressioni attraverso la programmazione di mostre di selezionati artisti contemporanei sia presso i propri locali che in importanti spazi pubblici.

In occasione di MOACASA 2017 presso lo stand della galleria d’arte EDARCOM EUROPA verrà allestita un’ampia esposizione collettiva di dipinti, sculture ed opere grafiche (incisioni, litografie e serigrafie) degli artisti più rappresentativi del catalogo. Tra i tanti si segnalano Ugo Attardi, Enrico Benaglia, Franz Borghese, Ennio Calabria, Angelo Camerino, Michele Cascella, Tommaso Cascella, Angelo Colagrossi, Roberta Correnti, Marta Czok, Mario Ferrante, Salvatore Fiume, Franco Fortunato, Renato Guttuso, Ivan Jakhnagiev, Franco Marzilli, Piero Mascetti, Sigfrido Oliva, Ernesto Piccolo, Aldo Riso, Carlo Roselli, Cynthia Segato, Mariarosaria Stigliano, Lino Tardia, Renzo Vespignani.

L’esperienza del personale della galleria d’arte EDARCOM EUROPA sarà a disposizione di curiosi e appassionati per informare sul lavoro degli artisti presentati e per consigliare la clientela nella selezione del linguaggio più confacente ai propri gusti. Infatti, esclusivamente nei giorni della manifestazione, chi vorrà cogliere l’occasione per arricchire la propria abitazione o il proprio luogo di lavoro scegliendo tra le opere esposte, potrà farlo con l’incentivo di un trattamento economico particolarmente vantaggioso.

INFORMAZIONI

Fiera: MOACASA 2017 – 43^ Mostra di Arredo e Design Spazio: Fiera di Roma - Via Franco D'Amico, 00148 Roma RM Stand della Galleria d’Arte Edarcom Europa: Pad. 3 stand n. 87 Orario: sabato, domenica e 1° novembre 10:00-20:00 € 10,00 / lunedì, martedì, giovedì e venerdì 15:00-20:00 ingresso gratuito Informazioni e biglietti omaggio: tel. 06.7802620 – www.edarcom.it

Enrico Benaglia | Collezione di sogni

Venerdì 20 ottobre alle ore 18, presso la galleria Edarcom Europa, in via Macedonia 12 a Roma, verrà inaugurata la mostra "COLLEZIONE DI SOGNI", personale dedicata al lavoro dell’artista Enrico Benaglia

Attraverso le opere della collezione della galleria il visitatore potrà ripercorrere l’evoluzione del personalissimo linguaggio di Benaglia dagli anni ’70 ad oggi.

 

Oltre quaranta opere tra dipinti ad olio, pastelli e sculture per immergersi in un mondo surreale ed intimo dove la sensibilità dell’artista ha saputo tracciare con ironia e delicatezza i temi dell’ormai ampio e famoso immaginario onirico: fragili e dinamiche figure di carta, siepi e giardini di sapore esotico, architetture di cento anni fa come eleganti scenografie notturne, la musica di note galleggianti fuori dallo spartito, il frenetico ballo in una notte di estate, l’immancabile giocattolo di latta testimone della lieta infanzia, l’equilibrio precario tra la gioia e la solitudine.   

 

La mostra, curata da Francesco Ciaffi, sarà visibile con ingresso libero fino a domenica 12 novembre.   

 

INFORMAZIONI   

 

MOSTRA: Enrico Benaglia | Collezione di sogni PERIODO: 20 ottobre – 12 novembre 2017

INAUGURAZIONE: venerdì 20 ottobre ore 18,00

ORGANIZZAZIONE: Edarcom Europa 

INDIRIZZO: Via Macedonia, 12 ORARIO: LUN – SAB 10,30/13,00 - 15,30/19,30 (dal 12 novembre al 17 dicembre la galleria sarà aperta anche la domenica)

INFO: 06.7802620 – www.edarcom.it  

 

PARTECIPA ALL'EVENTO SU FACEBOOK!

Angelo Colagrossi | NEL MUTAMENTO IN persoNA

COLAGROSSI_SAGOME_EDARCOM_2017Giovedì 28 settembre alle ore 18, presso la galleria Edarcom Europa, in via Macedonia 12 e 16 a Roma, verrà inaugurata la mostra "NEL MUTAMENTO IN persoNA", personale dell'artista Angelo Colagrossi.

Angelo Colagrossi torna ad esporre alla galleria Edarcom Europa per presentare le opere frutto delle ricerche più recenti che hanno visto prevalere in molti casi supporti differenti dalla tela. Preziose carte scalfite e dipinte alternando vigorose pennellate a delicate velature: figure ed oggetti, utensili e paesaggi o ancora fondali di solo colore, trame di una visione caotica e veloce della contemporaneità. E ancora i sorprendenti lavori ceramici, profili di donne di terracotta dipinti con smalti dai colori brillanti, l’eleganza e la purezza di tratti femminili di sapore esotico.

 

In un catalogo di recente pubblicazione, Angelo Colagrossi descrive così l’evoluzione della propria ricerca: “Così la pittura, la mia, è andata strutturandosi secondo una approssimazione, una incertezza propria della instabilità, del continuo movimento. Movimento legato per altro verso alla vita stessa, poiché tutte le cose stabili, definitive, ferme si avvicinano ad un’idea della morte a ciò che possiamo definire in un certo senso concluso. Le forme nella mia pittura non si precisano in una palese compiutezza, sfuggono sia alla dimensione narrativa che alla precisazione descrittiva, le definirei insoddisfatte, approssimative, stampate su uno schermo piatto che non si spinge mai in profondità e le costringe rassegnate ad un qui ed ora, una ribalta temporanea, veloce e via!”.

 

Nato a Roma nel 1960, Angelo Colagrossi è da sempre considerato uno tra gli artisti più interessanti della propria generazione. Ha esposto in numerose gallerie private e musei pubblici in Italia e all’estero. Tra gli ultimi progetti si ricordano la partecipazione ad un importante manifestazione internazionale ad Hangzhou in Cina nel 2011 e la realizzazione delle grandi opere murali per la collezione permanente del MAAM, Museo dell’Altro e dell’Altrove di Roma a cura di Giorgio De Finis nel 2014.

 

La mostra “NEL MUTAMENTO IN persoNA” è visibile fino al 14 ottobre ed è inserita tra gli appuntamenti ufficiali della seconda edizione di Rome Art Week (dal 9 al 14 ottobre) e della Tredicesima Giornata del Contemporaneo (sabato 14 ottobre) indetta da AMACI, Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani.

 

INFORMAZIONI

 

MOSTRA: Angelo Colagrossi | NEL MUTAMENTO IN persoNA

PERIODO: 28 settembre – 14 ottobre 2017

ORGANIZZAZIONE: Edarcom Europa 

INDIRIZZO: Via Macedonia, 12

ORARIO: LUN – SAB 10,30/13,00 - 15,30/19,30

INFO: 06.7802620 – www.edarcom.it  

 

Segui la mostra anche su:

Facebook

Rome Art Week

Giornata del Contemporaneo