La Galleria Edarcom Europa partecipa a Affordable Art Fair Roma.

Dal 26 al 28 ottobre 2012 la Galleria Edarcom Europa partecipa alla prima edizione di Affordable Art Fair Roma che si terrà presso i padiglioni della Pelanda all'interno dell'Ex Mattatoio di Testaccio. Presso lo Stand A2 saranno esposte opere di Enrico Benaglia, Ennio Calabria, Tommaso Cascella, Angelo Colagrossi, Marta Czok, Mario Ferrante, Piero Mascetti, Sigfrido Oliva, Cynthia Segato, Carlo Roselli, Lino Tardia.

INFORMAZIONI

Evento: Affordable Art Fair Roma - AAF
Luogo: Ex Mattatoio di Testaccio - La Pelanda, Piazza Orazio Giustiniani, 4 – 00153 Roma
Orario:  Giovedì 25 ottobre dalle 18,30 alle 22,30 (Preview)
            Venerdì 26 ottobre dalle 12,30 alle 22,30
            Sabato 27 ottobre dalle 12,30 alle 21,30
            Domenica 28 ottobre dalle 12,30 alle 20,30
Biglietto: Intero € 12,00 - Ridotto € 9,00 (per ingressi omaggio contattare la galleria al numero 06.7802620)
Stand: n. A2
Informazioni ingressi omaggio: tel. 06.7802620

Ottava Giornata del Contemporaneo: tre eventi in galleria

La Giornata del Contemporaneo è il grande evento che, dal 2005, AMACI - Associazione dei Musei d'Arte Contemporanea Italiani dedica all’arte contemporanea e al suo pubblico. Sabato 6 Ottobre 2012 i musei associati ad AMACI , accanto a tutte le istituzioni del nostro Paese che liberamente decidono di aderire all’iniziativa, aprono gratuitamente le loro porte per un’iniziativa ricca di eventi, mostre, conferenze e laboratori. Un programma multiforme che regala l’imperdibile occasione di vivere da vicino la vivacità e la ricchezza dell’arte di oggi. La Galleria Edarcom Europa, sabato 8 Ottobre, in occasione dell'Ottava Giornata del Contemporaneo, sarà aperta dalle 10,30 alle 13,00 e dalle 15,30 alle 19,30 con tre iniziative:

LINO TARDIA. IL PERCORSO DI UN ARTISTA - Mostra personale con una selezione di oltre venti opere che ricostruiscono l'evoluzione della ricerca del noto artista siciliano. Fino al 13 ottobre 2012

COLLEZIONE DELLA GALLERIA - Mostra collettiva di dipinti di Ugo Attardi, Enrico Benaglia, Franz Borghese, Ennio Calabria, Angelo Colagrossi, Roberta Correnti, Marta Czok, Mario Ferrante, Ivan Jakhnagiev, Franco Marzilli, Piero Mascetti, Maurizio Massi, Sigfrido Oliva, Ernesto Piccolo, Salvatore Provino, Cynthia Segato, Carlo Roselli, Sebastiano Sanguigni, Renzo Vespignani. Fino al 27 ottobre 2012
 
SALONE DELLA GRAFICA - Mostra collettiva di litografie, serigrafie ed incisioni di Ugo Attardi, Enrico Benaglia, Franz Borghese, Ennio Calabria, Michele Cascella, Tommaso Cascella, Angelo Colagrossi, Roberta Correnti, Marta Czok, Mario Ferrante, Salvatore Fiume, Franco Gentilini, Emilio Greco, Renato Guttuso, Franco Marzilli, Francesco Messina, Norberto, Sigfrido Oliva, Ernesto Piccolo, Domenico Purificato, Carlo Roselli, Aligi Sassu, Cynthia Segato, Orfeo Tamburi, Renzo Vespignani. Fino al 27 ottobre 2012

Lino Tardia. Il percorso di un artista

Lino Tardia. Il percorso di un artistaVenerdì 28 settembre 2012 presso la galleria d’arte contemporanea Edarcom Europa, in via Macedonia 12/16, verrà inaugurata la mostra personale di Lino Tardia intitolata “Lino Tardia. Il percorso di un artista”.

Lino Tardia nasce a Trapani nel 1938. Conseguita la maturità artistica, rifiuta l’incarico di docenza in Discipline Pittoriche al Liceo Artistico di Palermo e si trasferisce a Roma dove intraprende la carriera d’artista. Qui frequenta gli studi di Renato Guttuso e Saro Mirabella. Dal 1955 Lino Tardia inizia a esporre, ottenendo ben presto consensi in Italia e all’estero. Gli anni Sessanta segnano il suo passaggio dal Realismo all’Informale e ancora alla Nuova figurazione, secondo la maniera di Francis Bacon che incontra durante un soggiorno a Londra. Partecipa a mostre collettive insieme a Guttuso, De Chirico, Sironi, Treccani e altri autori noti nel panorama artistico internazionale. Espone le sue opere in mostre personali a Londra, New York, Chicago, Parigi, Huston, Ottawa e Tripoli. Dal 2001 al 2008 è titolare della cattedra di Pittura presso la RUFA (Rome University of Fine Arts). Nel 2003 riceve la Medaglia d’Oro per i Benemeriti della Cultura della Presidenza della Repubblica da Carlo Azeglio Ciampi. Nel 2009, su invito della Soprintendenza Speciale per il Polo Museale della città di Roma, tiene una grande antologica nelle sale dell'Appartamento Barbo di Palazzo Venezia. Ha preso parte a numerosi premi nazionali e internazionali.

La mostra curata da Francesco Ciaffi si compone di circa venti opere ed è visibile fino al 13 ottobre 2012.

Renzo Vespignani: Grande mostra al Casino dei Principi di Villa Torlonia

“Un quadro, una scultura, sono il risultato di uno scontro durissimo; vinto, se viene vinto, solo dopo cariche e agguati, assalti e ritirate. L’immagine che ne esce è sempre piena di lividi e ferite”.

Così Renzo Vespignani descrive il proprio impegno artistico, capace di trasformare ogni dipinto nel “teatro di una crisi”, non lo spazio dove si riveli un’immagine compiuta del mondo ma il luogo di un vero e proprio combattimento. La parabola della sua arte inizia, in effetti, dalle macerie di una vera guerra, durante il periodo di occupazione nazista della Capitale, per passare poi attraverso le speranze della ricostruzione, i nuovi miti della società dei consumi, il degrado etico ed esistenziale dopo la caduta degli ideali. Omaggio a dieci anni dalla scomparsa, la mostra Renzo Vespignani (Roma 1924-2001), al Casino dei Principi di Villa Torlonia dal 29 giugno al 28 ottobre 2012, vuole ripercorrere il lungo percorso creativo di uno dei maestri più grandi del Novecento che con i suoi dipinti, disegni ed incisioni ha reso preziosa testimonianza su cinquant’anni di storia italiana coniugando grandi capacità tecniche con acuta e profonda coscienza del suo tempo.

Il senso dell’avventura e il coraggio uniti alla vitalità e all’impegno sociale sono caratteristiche costanti che legano insieme i diversi periodi della storia pittorica di Vespignani, suscitando sempre l’interesse di artisti e intellettuali, da Visconti a Pasolini, che ne condivisero ideali, dubbi e speranze.

Promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico - Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale, dall’Archivio della Scuola romana, l’esposizione è curata da Netta Vespignani e Valerio Rivosecchi. Organizzazione e servizi museali sono di Zètema Progetto Cultura.

L’Archivio della Scuola Romana ha fornito il materiale documentario e le fotografie, mentre la maggior parte delle opere in mostra, raramente esposte, proviene da collezioni private. Una sezione della mostra prevede video con interviste all’artista e filmati che lo mostrano al lavoro.

Con circa cinquanta dipinti e altrettanti disegni e incisioni, accompagnati in ogni sezione da documenti e fotografie d’epoca, la mostra segue un tracciato cronologico a partire dall’esordio nella vitalissima Roma del secondo dopoguerra, intorno al 1945. Dopo le opere che lo vedono protagonista del Neo-realismo pittorico, si attraversano gli anni dal 1959 al 1964, ai quali è dedicata una sala dell’esposizione, con le celebri Periferie e i quadri ispirati a via Veneto e alla “dolce vita”. Si giunge quindi al momento drammatico ed esistenziale delle Anatomie e degli interni e infine, nelle ultime due sale, all’importante stagione pittorica della maturità con i grandi dipinti Imbarco per Citera, Album di famiglia, Tra due guerre, Come mosche nel miele, Manhattan transfer.

Cynthia Segato | Siparietti cosmicomici

Venerdì 25 maggio 2012 presso la galleria d’arte contemporanea Edarcom Europa, in via Macedonia 12/16, verrà inaugurata la mostra personale di Cynthia Segato intitolata “Siparietti cosmicomici”.

Si tratta della quinta mostra personale di Cynthia Segato ospitata dalla Galleria Edarcom Europa fino ad oggi, dopo Bugie Cosmiche nel 2002, presentata da Gabriele Simongini, Frammenti d’infinito nel 2004, presentata da Renato Civello, Microcosmi quotidiani nel 2008, presentata da Francesco Ciaffi, curatore anche di Uva d'alberi nel 2010.

In questo quinto appuntamento espositivo, intitolato Siparietti cosmicomici, l’artista romana si concentra su uno dei temi più importanti della sua figurazione pittorica, i teatrini, per descrivere, così come da sempre accade nel teatro vero e proprio, vizi e virtù della nostra società, tragedia e commedia di un'epoca che mischia il vero con il falso, dove tutto è giusto o sbagliato a seconda della convenienza, senza dimenticare, ed è la parte più importante del ciclo in mostra, il filo rosso degli astri e delle fiabe che da sempre lega il suo personalissimo lavoro.

La mostra, curata da Francesco Ciaffi si compone di circa quaranta opere ed è visibile fino al 23 giugno 2012.

INFORMAZIONI

Titolo: Cynthia Segato | Siparietti cosmicomici
Spazio espositivo: Edarcom Europa Galleria d’Arte Contemporanea
Indirizzo: Roma, Via Macedonia, 12/16 – tel. 06.7802620 – www.edarcom.it
Vernissage: venerdì 25 maggio 2012 ore 18,00 – 21,00
Data di chiusura: 23 giugno 2012
Orari di apertura: 10,30/13,00 e 16,00/20,00
Catalogo: in galleria, edizioni Edarcom Europa.
Ingresso: Libero