La Natività di Enrico Benaglia a Palazzo Valentini

Una “Natività” dipinta su tela e di grande formato con i suoi colori graffiati e spettacolari, ritratta in uno stile inconfondibile, semplice e comunicativo. E’ questa l’essenza del presepe secondo Enrico Benaglia, uno dei più celebrati maestri dell’Arte contemporanea.

Dal 7 dicembre 2011 al 7 gennaio 2012, le persone che affollano le vie del centro della Capitale nella corsa frenetica alla ricerca dell’ultimo regalo, possono vivere un momento di grande emozione e di vera spiritualità, concedendosi una pausa anche di riflessione, visitando il presepe che il Maestro Benaglia ha dedicato al Natale della Provincia nella Sala Stampa di Palazzo Valentini.

E’ da tempo immemorabile che un artista non prende il pennello per dipingere una “Natività” e l’artista romano lo ha fatto a modo suo, attraverso il suo tratto caratteristico e caratterizzante, che è anche la sintesi della sua impronta artistica e spirituale. La “Natività” di Enrico Benaglia, pur prevedendo tutti i motivi classici del presepe, così cari al cuore di noi tutti, ambienta e proietta la Sacra Famiglia in una piazzetta misteriosa col suo giardinetto di quartiere e le auto parcheggiate.

Nessuna mangiatoia, nessuna stalla. Nella “Natività” di Benaglia Gesù nasce su una panchina sotto un pino romano sotto al quale sgambetta felice. La particolare visione di questo evento da parte dell’artista, mentre tocca il cuore con la sua poesia e con lo splendore della sua particolare visione dei fatti, suggerisce al visitatore persino una lettura contemporanea dell’evento divino, volta quasi in chiave sociale.

Nella Sala Stampa saranno esposti anche un’interessante selezione degli studi preparatori che hanno impegnato l’artista romano per diversi mesi. Di notevolissimo impatto visivo, ad esempio, è il modello dell’Angelo di carta che compare poi ritratto sulla grande tela, e che è stato scelto anche – quale simbolo o logo – per il manifesto che pubblicizza l’evento. Seguono poi gli studi per i volti della Madonna e del Bambino, oltre all’intrigante collage con i ripensamenti successivi sulla piazza, sui personaggi e sugli animali che accorrono alla “Natività”.

“L’opera raffigura, in pieno centro storico di Roma, una visione originale del presepe: la natività sulla panchina di una piazza cittadina, con intorno le case e la vita che scorre normalmente” afferma il Presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti.

“C’è chi si accorge che è successo qualcosa di speciale, e chi invece è troppo preso dalla quotidianità per essere attento a cosa gli accade intorno, e così continua a portare a passeggio il cane o a guardare il cielo dalla finestra. Mi ha colpito la figura della bambina, che porta con sé la stella cometa e vuole in questo modo dare a tutti l’annuncio della natività. Ma questa è soltanto una delle letture possibili, una delle sensazioni che l’opera di Benaglia può suscitare. Di certo tutti coloro che si soffermeranno ad ammirarla usciranno da questa esperienza più “ricchi”, e potranno apprezzare un modo non convenzionale, ma di sicuro emozionante, di celebrare il Natale” conclude il Presidente Zingaretti.

INFORMAZIONI

Artista: Enrico Benaglia
Mostra: Natività
A cura di: Alida Maria Sessa
Presidente: Nicola Zingaretti
Capo di Gabinetto: Maurizio Venafro
Ufficio stampa: Emanuele Lanfranchi
Coordinamento: Giovanna Pugliese, Alberto Ferrigolo, Anna Rita Micheli, Stefania Sebasti
Conferenza stampa: mercoledì 7 dicembre ore 10,30
Inaugurazione: mercoledì 7 dicembre ore 17,30
Periodo: 7 dicembre 2011 – 7 gennaio 2012
Spazio: Sala Stampa - Palazzo Valentini
Indirizzo: Roma, Via IV Novembre, 119/A
Orario: da lunedì a venerdì dalle 10,00 alle 19,00 - per gli orari di sabato e domenica chiamare il numero 06 67661 - ingresso libero
Catalogo: in sede
Patrocinio: Provincia di Roma
Informazioni: tel. 06.7802620 - www.edarcom.it - www.provincia.roma.it 

Mostra collettiva di fine anno 2011: l'occasione migliore per scoprire la propria passione per l'arte...

Venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 novembre 2011, presso la galleria d’arte contemporanea Edarcom Europa, in via Macedonia, 12/16 a Roma, torna il tradizionale appuntamento con la mostra collettiva di fine anno.

Come ogni anno, tutta la superficie espositiva sarà allestita al fine di poter dare la più ampia visibilità a ciascuno degli oltre trenta artisti con cui la galleria collabora. Oltre 200 le opere in mostra tra dipinti, opere grafiche e sculture dei maggiori artisti contemporanei.

Un’occasione unica per chi voglia avvicinarsi all’arte contemporanea nelle sue molteplici forme e tecniche, resa ancora più preziosa dalla decisione presa da Gianfranco e Francesco Ciaffi che, per tutta la durata del weekend inaugurale, proporranno, a coloro che interverranno, condizioni di acquisto particolarmente vantaggiose.

La mostra collettiva di fine anno durerà per tutto il periodo natalizio fino al 31 dicembre 2011.

INFORMAZIONI

ARTISTI: Ugo Attardi, Enrico Benaglia, Franz Borghese, Ennio Calabria, Angelo Camerino, Michele Cascella, Tommaso Cascella, Angelo Colagrossi, Roberta Correnti, Marta Czok, Mario Ferrante, Salvatore Fiume, Emilio Greco, Renato Guttuso, Ivan Jakhnagiev, Franco Marzilli, Piero Mascetti, Maurizio Massi, Norberto, Sigfrido Oliva, Ernesto Piccolo, Salvatore Provino, Domenico Purificato, Cynthia Segato, Carlo Roselli, Sebastiano Sanguigni, Aligi Sassu, Lino Tardia, Renzo Vespignani.
INAUGURAZIONE: 25, 26, 27 novembre 2011
PERIODO MOSTRA: 25 novembre – 31 dicembre 2011 
IDEAZIONE: Gianfranco e Francesco Ciaffi 
ORGANIZZAZIONE: Edarcom Europa 
INDIRIZZO DELLA GALLERIA: Via Macedonia, 12/16 – Roma 
ORARIO DELLA GALLERIA: tutti i giorni 10,30/13,00 - 15,30/19,30 (fino al 18 dicembre aperto anche domenica) 
INFO: 06.7802620 www.edarcom.it

Forme e colori dell'Italia unita. L'arte e il 150° anniversario dell'unità nazionale

Dall’11 al 27 novembre 2011, presso il Centro culturale Elsa Morante di Roma, si terrà la mostra “Forme e colori dell’Italia unita. L’arte e il 150° anniversario dell’unità nazionale” con opere di Annalù, Enrico Benaglia, Ennio Calabria, Angelo Colagrossi, Emmanuele De Ruvo, Pasquale Nero Galante, Andrea Marcoccia, Piero Mascetti, Mauro Molle, Sigfrido Oliva, Ernesto Piccolo, Marco Romano, Cynthia Segato e Salvatore Troiano.

L’esposizione, a cura di Francesco Ciaffi e Simone Pastor, è inserita nel programma ufficiale degli eventi celebrativi del 150° anniversario dell’Unità nazionale ed è patrocinata da Roma Capitale. Inoltre è presentata in catalogo da Giuseppe Di Stefano e Massimo Rossi Ruben, e si compone dei lavori di quattordici artisti invitati a proporre un’opera interpretativa del loro intimo sentimento nei confronti di una celebrazione così importante.

Intento dei curatori dell’evento è stato quello di realizzare, attraverso i differenti linguaggi espressivi e le eterogenee sensibilità degli artisti selezionati, un’indagine sul passato e sul futuro del nostro Paese attraverso l’analisi dei fatti che lo hanno reso unito, delle problematiche che oggi lo affliggono, delle speranze che tutti noi riponiamo nell’avvenire.

Giuseppe Di Stefano, nella prefazione del catalogo, sottolinea che “Non v’è dubbio: l’arte si fa sempre espressione della Storia. A volte la anticipa, altre volte vi cammina, come dire, fianco a fianco, in una sorta di ideale condivisione, com’è avvenuto, ad esempio, con il Risorgimento, quando il sogno di un’Italia unita spinse gli artisti a rinunciare ad ogni velleità classicheggiante per entrare nel vivo di una battaglia politica che richiedeva la partecipazione diretta all’azione”.

Nel proprio saggio di presentazione, Massimo Rossi Ruben tratteggia il profilo della mostra segnalando che “La consapevolezza che taluni linguaggi espressivi del XXI secolo siano stati generati da meditazioni, più o meno sopite e fauste, prodotte dall’empatia per certe avanguardie del primo Novecento e fino alle contaminazioni del neoconcettuale, viene considerata il punto di partenza, in questa rassegna, per un confronto ed una riflessione sul lavoro di un gruppo di artisti che – testimoni degli accadimenti e del multiculturalismo del c.d. secolo breve – hanno proseguito nella pesta di certi esiti, identificandosi quali accoliti di un lessico ormai storicizzato, interpolandone generi ed identità, fino all’individuazione, ognuno, di un proprio peculiare fluxus creativo”.

La mostra curata nell’organizzazione dall’Associazione Culturale Officina Bellatrix, in collaborazione con Zètema Progetto Cultura, si avvale della partecipazione di Edarcom Europa Galleria d’Arte Contemporanea ed è accompagnata da un elegante catalogo edito da Silvana Editoriale.

INFORMAZIONI

Mostra: Forme e colori dell’Italia unita. L’arte e il 150° anniversario dell’unità nazionale
Artisti: Annalù, Enrico Benaglia, Ennio Calabria, Angelo Colagrossi, Emmanuele De Ruvo, Pasquale Nero Galante, Andrea Marcoccia, Piero Mascetti, Mauro Molle, Sigfrido Oliva, Ernesto Piccolo, Marco Romano, Cynthia Segato e Salvatore Troiano
A cura di: Francesco Ciaffi e Simone Pastor
Inaugurazione: venerdì 11 novembre 2011 ore 18,00
Periodo: 11 – 27 novembre 2011
Spazio: Centro Culturale Elsa Morante
Indirizzo: Roma, Piazza Elsa Morante
Orario: da lunedì a venerdì dalle 9,00 alle 19,00 (Aperture straordinarie per programmazione eventi sia durante la settimana che nel week end) – ingresso libero
Catalogo: Silvana Editoriale, pp. 64, con contributi di Giuseppe Di Stefano e Massimo Rossi Ruben
Patrocinio: Roma Capitale – Zètema Progetto Cultura
Organizzazione: Associazione Culturale Officina Bellatrix
Ufficio stampa: Francesco Ciaffi 333.8999154
Sponsor tecnico: Edarcom Europa Galleria d’Arte Contemporanea
Informazioni: tel. 060608 – 06.7802620
Web: www.centroelsamorante.roma.it – www.officinabellatrix.it – www.edarcom.it

La Galleria Edarcom Europa partecipa a Contemporanea, fiera d'arte di Forlì

Dal 4 al 7 novembre 2011 la Galleria Edarcom Europa partecipa alla quindiicesima edizione di CONTEMPORANEA - Fiera d'arte di Forlì. Presso lo Stand A2 saranno esposte opere di Ugo Attardi, Enrico Benaglia, Ennio Calabria, Angelo Colagrossi, Marta Czok, Mario Ferrante, Piero Mascetti, Ernesto Piccolo, Carlo Roselli, Cynthia Segato, Lino Tardia e Renzo Vespignani.

INFORMAZIONI

Evento: Contemporanea - Fiera d'arte moderna e contemporanea di Forlì
Luogo: Fiera di Forlì (Romagna Fiere)
Inaugurazione: Venerdì 4 novembre ore 17,00
Orario: Venerdì 4 dalle 17,00 alle 20,00 - Sabato 5 e domenica 6 dalle 10,00 alle 20,00 - Lunedì 7 dalle 10,00 alle 13,00
Stand: n. A2
Artisti: Ugo Attardi, Angelo Colagrossi, Enrico Benaglia, Ennio Calabria, Marta Czok, Mario Ferrante, Piero Mascetti, Ernesto Piccolo, Carlo Roselli, Cynthia Segato, Lino Tardia e Renzo Vespignani.
Informazioni ingressi omaggio: tel. 06.7802620

Enrico Benaglia | Paradiso terrestre

Venerdì 28 ottobre 2011 pressola galleria d’arte contemporanea Edarcom Europa, in via Macedonia, 12/16, verrà inaugurata la mostra personale di Enrico Benaglia intitolata “Paradiso terrestre”.

Enrico Benaglia presenta un nuovo ciclo di dipinti ispirati all’antico tema dell’Eden. Con la consueta grazia l’artista romano esplora gli scenari e le atmosfere di questo mondo perduto, popolandolo di figure leggere e colori brillanti.

Francesco Ciaffi, curatore della mostra, scrive in catalogo che “L’uomo che non conoscesse il bene e il male sarebbe ben poco interessante: un uomo fortunato forse, un uomo senza malattie, senza fallimenti, senza delusioni, ma, in questa vita, tutto ha bisogno di un proprio contrario per esistere e soprattutto per essere apprezzato. Si può dire che l’opera di Benaglia inizi tutta da qui. L’uomo, con le sue debolezze e le sue forze, con le sue fragilità e i suoi momenti di assoluta letizia, è da sempre il tema centrale del lavoro di questo artista sorprendente”.

La mostra si compone di ventitre opere ed è visibile fino al 20 novembre 2011.

INFORMAZIONI

Spazio espositivo: Edarcom Europa Galleria d’Arte Contemporanea
Indirizzo: Roma, Via Macedonia, 12/16 – tel. 06.7802620 – www.edarcom.it
Titolo: Enrico Benaglia – Paradiso terrestre
Vernissage: venerdì 28 ottobre 2011 ore 18,00
Data di chiusura: 20 novembre 2011
Orari di apertura: 10,30/13,00 e 15,30/19,30 (dal 30 ottobre al 18 dicembre aperto tutti i giorni domenica compresa) – ingresso libero