Franz Borghese

Franz Borghese nasce a Roma nel 1941. Riceve la prima formazione frequentando il liceo artistico di via Ripetta dove insegnano Domenico Purificato, Giuseppe Capogrossi, Umberto Maganzini e Giulio Turcato.

Alla fine degli anni Cinquanta, a via Margutta, conosce Ugo Moretti e Sebastiano Sanguigni con i quali condivide il primo studio nel quartiere Parioli prima di trasferirsi in Prati, dove conosce Daniela Romano, sua compagna nella vita e nel lavoro.

Negli anni Sessanta, insieme a Daniela Romano, Roberta Correnti, Giorgio Fasan, Dario Bellezza, Roberto D’Ercole, Massimo Antoci e Alessandro Haber, fonda il gruppo e l’omonima rivista Il ferro di cavallo, e con alcuni realizza il film di pittura sperimentale neoespressionista La grande mela sulla società dei consumi. Sono del 1968 la sua prima personale a Roma e, subito dopo, a Chicago negli Stati Uniti. Gradualmente abbandona la pittura drammatica dai toni scuri e profondi e comincia a rappresentare, in un chiaro rimando alle poetiche di George Grosz, Otto Dix, James Ensor, Mino Maccari e Heinrich Hoerle, le tipiche figure cariche di satira e sarcasmo che diverranno il segno distintivo della sua ricerca. È del 1970 la prima mostra di questo nuovo corso alla galleria Il Calibro di Roma. Da allora, tiene numerose mostre personali in importanti gallerie private e spazi museali in Italia e all’estero.

Tra i cicli pittorici più importanti degli anni Settanta e Ottanta si menzionano La nave dei folli, I nuovi animali domestici,  Eduardo esce dal teatro, W la guerra, Gli orrendi misfatti di Phantomas e Storia della Grande Armée. Nel 1986 è invitato a presentare una grande personale al Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo. Sono degli anni Novanta altri importanti cicli pittorici quali Invenzioni e scoperte, Le macchine volanti, I racconti del delitto, Il diario di un egocentrico e Il concerto nell’uovo, esposti anch’essi in diverse città italiane e straniere. Nel 2003, l’antologica Rosso Borghese viene presentata alla Reggia di Caserta e nel 2005 a Roma si tiene la grande mostra di Palazzo Venezia. Franz Borghese muore improvvisamente nel dicembre dello stesso anno.

Dipinti

Grafica d'Arte