Ernesto Piccolo

Ernesto Piccolo nasce a Zagarise, in provincia di Catanzaro, nel 1936 e ancora molto giovane si trasferisce con la famiglia a Firenze, dove si forma presso l’Istituto d’Arte e successivamente presso l’Accademia di Belle Arti.

Comincia a esporre negli anni Sessanta e nello stesso periodo conosce il poeta Mario Luzi, con il quale stabilisce un duraturo rapporto di amicizia e collaborazione. Frequenta assiduamente il Gabinetto Vieusseux, dove viene in contatto con diversi intellettuali dell’epoca tra cui Bonsanti, Capocchini, Federici, Batocchi e Giamperi, il confronto con i quali contribuisce alla definizione del suo linguaggio pittorico. Proprio al Gabinetto Vieusseux espone nel 1975 il ciclo Suggestioni, ispirato alla poetica di Luzi. Esercita inoltre da titolare di cattedra l’insegnamento delle tecniche d’incisione presso le Accademie di Belle Arti di Palermo, Venezia e Firenze.

Del suo lavoro si sono occupate molte firme illustri della critica. Tra le mostre personali più importanti degli ultimi anni si ricordano l’antologica Una grande avventura lirica e umana presso Palazzo Piccolomini di Pienza nel 2002, I luoghi della mente tra luce e colore presso l’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze nel 2010, e sempre a Firenze La poetica del colore e della forma presso Palazzo Medici Riccardi nel 2013 e  Compenetrazioni cromatiche prezzo Palazzo Panciatichi nel 2016. Ernesto Piccolo vive e lavora a Firenze.

Opere uniche

Opere grafiche

Ernesto Piccolo | Galleria d'Arte Edarcom Europa | febbraio 2006